Migliori divani Chesterfield

I migliori divani Chesterfield

I divani Chesterfield sono grandi divani con braccioli arrotondati e schienale della stessa altezza.
Altra caratteristica di questo divano è la lavorazione capitonné eseguita a mano, ovvero una trapuntatura profonda trattenuta da bottoni.

Divani Chesterfield

La pelle utilizzata per questa tipologia di lavorazione, oggi come in passato, è quella bovina di primissima scelta, conciata con cura in modo da risultare liscia, gradevole al tatto e priva di imperfezioni.

Le diverse finiture dei divani Chesterfield

Questo grande classico dello stile tradizionale inglese presenta una notevole quantità di finiture. Ecco le più comuni:

divani Chesterfield in pelle: sono senza dubbio le varianti più popolari in tutto il mondo. La pelle è un materiale molto piacevole e nobile ed anche abbastanza lavabile. 

divani Chesterfield in tessuto: i più venduti dopo il modello in pelle.
Questi divani non si deteriorano facilmente. Hanno un tessuto di alta qualità che invecchia raramente e la cui pulizia risulta abbastanza semplice.

divani Chesterfield in velluto: il divano in velluto ha letteralmente segnato la storia del teatro o dell’opera. In effetti, è un vero simbolo del XX secolo. Se apprezzi la storia e il teatro, un divano in velluto sarà la scelta ideale.

Inoltre il divano Chesterfield è facilmente adattabile alle diverse situazioni. Di solito è disponibile in diverse forme: divano a 2 o 3 posti, poltrona, chaise longue, divano angolare, divano letto.

divani Chesterfield trasformabili: modelli abbastanza recenti; sono l’ideale in una casa di non grandi dimensioni, per creare in pochi minuti una zona notte in cui poter ospitare occasionalmente amici o familiari. Oltre ad essere un comodo divano, può aprirsi e diventare un letto davvero comodo.

divani Chesterfield angolari: possono essere posizionati negli angoli per ottimizzare lo spazio e avere più sedute.

La versione più classica è quella in pelle di colore marrone-bordeaux. Oggi si può trovare comunque una vasta gamma di colori:

Divano Chester di Renzo FrauDivano Chester di Poltrona Frau, design di Renzo Frau

divano Chesterfield bianco: molto elegante, è l’ideale per uno spazio carico di mobili e colori, bellissimo per alleggerire lo spazio.  E’ però da evitare se si hanno animali o bambini piccoli.

divano Chesterfield nero: genera varianti sobrie che si abbinano bene a tutti i tipi di mobili o decorazioni.

divani Chesterfield vintage: per i seguaci dell’usato. Ci sono divani di autentiche e bellissime lavorazioni anticate.

Il divano Chesterfield, come la poltrona nello stesso stile, è una icona senza tempo e si adatta perfettamente a tutti gli stili di arredamento.

Sia che tu abbia interni contemporanei, minimalisti o in stile, il divano Chesterfield ha il suo posto da valorizzare.

Divani Chesterfield: le offerte

Storia del divano Chesterfield

Il divano Chesterfield evoca immagini di gentiluomini comodamente seduti nei Club londinesi che sorseggiavano brandy e fumavano sigari.
Nel corso della storia il divano Chesterfield ha però assunto varia notorietà.

Durante l’era vittoriana il Chesterfield era il pezzo chiave nei salotti, dove i signori si rilassavano.

Dal XIX secolo, è stato collegato alla psicoanalisi freudiana, poiché Sigmund Freud usava far stendere i suoi pazienti su una chaise longue Chesterfield ricoperta da comodi cuscini durante le sue sessioni di ipnosi con i pazienti.

Nel corso degli anni e dei secoli i divani Chesterfield hanno abbellito palazzi di reali, importanti uffici commerciali, hotel, ristoranti, club di gentiluomini e lussuose case private.

Oggi Chesterfield è sinonimo, in tutto il mondo, di eleganza e rinomata classe negli interni e per il divano incarna la perfetta miscela di comfort e raffinatezza.

Il divano Chesterfield, tuttavia, ha una storia alquanto incerta.
Si ritiene che questa icona del mobile sia stata commissionata dal IV conte di Chesterfield, Philip Dormer Stanhope (1694-1773) nel XVIII secolo, e di conseguenza così chiamata in suo onore.
Si narra che il Conte richiese all’ebanista di costruire un mobile che gli consentisse di sedere e riposare nel massimo comfort, senza che i suoi vestiti ne risultassero gualciti.

Si narra dunque che fu questo l’inizio del divano Chesterfield, con la sua caratteristica imbottitura profonda e abbottonata, le braccia arrotondate, della stessa altezza dello schienale.
Ma non vi è mai stata una solida conferma di questo nobile inizio…

Oggi, due secoli dopo, potremmo ritrovarci seduti su di un sontuoso Chesterfield in pelle rossa in un angolo di una caffetteria o di un wine bar londinese, oppure su un bellissimo divano Chesterfield bianco…a casa nostra.

 

 

Vedi anche:

Piante da salotto. Guida alle piante da interno

Come scegliere un tavolo in vetro?

Migliori scrittoi

Precedente

Piccoli spazi a disposizione?

Migliori divani angolari

Successivo
accumsan risus Praesent mattis at consectetur luctus