Migliori tavoli fissi in legno

I migliori tavoli fissi in legno

I migliori tavoli fissi in legno. Classifica 2020

La scelta è ampia, ci sono tanti modelli sul mercato.
Ecco i nostri preferiti.

Tavolo in legno “Fusion” di Bontempi Casa

tavoli_fissi_in_legno

Fusion è un tavolo con una struttura di base ad anelli in acciaio laccato. La sua grande versatilità è data dalle diverse possibilità che vengono offerte per combinare e personalizzare il proprio tavolo.
Quello qui proposto è un tavolo fisso con piano rettangolare in legno massello.

 

Tavolo in legno “Gordon Deep Wood” di Cattelan

tavoli_fissi_in_legno_cattelan

Gordon Deep Wood è un meraviglioso tavolo del 2016 disegnato da Giorgio Cattelan. Ha base in acciaio verniciato che può essere scelta nelle finiture trasparente, goffrato titanio, bianco, nero o graphite. Il piano in legno è in massello in noce dello spessore di 8 cm, con bordi irregolari. Esprime tutto il calore e la meraviglia del legno maturale.

 

Tavolo in legno “Planer Wood Round” di Cattelan

tavoli_fissi_in_legno

Planer Wood Round è un tavolo del 2018 con base in acciaio verniciato goffrato disponibile in più tinte. Il piano è in noce o rovere bruciato. Design di Paolo Cattelan.

 

Tavolo in legno “Majesty” di Bontempi Casa

tavoli_fissi_in_legno

Tavolo fisso con struttura in acciaio laccato e piano in legno massello.

 

Tavolo in legno “Fiandre” di Bontempi Casa

tavoli_fissi_in_legno

Fiandre è un tavolo con struttura in acciaio laccato. Il piano può essere scelto in in legno massello, legno massello noce secolare, cristallo, ceramica o marmo.

 

Tavoli in legno in offerta

 

Scegli il tavolo in legno giusto per un interno di successo

E’ importante trovare il tavolo in legno adatto alla propria sala da pranzo.
Ciò che deve essere considerato è: lo scopo e l’uso.
Anche lo stesso modello di tavolo può essere prodotto con essenze diverse e allo stesso tempo con finiture diverse. Ognuna di esse avrà specifiche caratteristiche e qualità.

Anche per un tavolo in legno esistono molti stili e diversi tipi di design. Pertanto si deve prestare particolare attenzione a forma, dimensione, materiale e stile.

Quali sono le principali forme dei tavoli fissi in legno

ll tavolo rettangolare in legno è per la famiglia.
I tavoli fissi in legno sono sinonimo di convivialità ma anche di robustezza e sono una soluzione interessante quando si hanno bambini.

Il tavolo rotondo è interessante per più di una ragione:
– rende lo spazio intimo e conviviale. La cordialità di una tavola rotonda passa anche attraverso il fatto che è l’unico modello di tavolo in cui tutti possono vedere gli altri commensali a tavola e ciò facilita la conversazione.
– è il tavolo perfetto per accogliere un ospite in più perché non c’è un numero di posti predefinito. Un tavolo rotondo in legno convince con il suo aspetto amichevole; inoltre, nessuno è seduto a capotavola.
– la sua praticità, consente di integrarlo facilmente in piccoli ambienti.

Il tavolo quadrato è interessante per un piccolo spazio, meglio di un tavolo rettangolare che invece è perfetto per spazi più ampi.

Il tavolo ovale è quello che ci sembra più adatto a ampie sale da pranzo dove un ampio tavolo ovale può dare il meglio della sua eleganza.

Tavoli fissi in legno: quali dimensioni?

Anche se abbiamo in mente le dimensioni precise per il nostro tavolo in legno, in verità per quel riguarda le dimensioni tutto dipende dallo spazio a disposizione. Non c’è niente da fare. Il calcolo è presto fatto: bisogna considerare 60-70 cm di passaggio attorno al tavolo più 50-60 cm di spazio per la sedia. Questo comporta uno spazio vuoto attorno al tavolo di circa 110/130 cm. È difficile tagliare su queste misure; senza lasciare questo spazio minimo non ci si sentirà a proprio agio, non si riuscirà ad uscire dal tavolo o muoversi. Una sedia che sbatte contro il muro, può lasciare tracce sul muro o danneggiare la sedia.

Tavoli fissi in legno: le diverse essenze

Se abbiamo deciso di scegliere il nostro tavolo in legno, perché il legno è caldo, perché lo adoriamo, lo ammiriamo perché ci piace quel suo colore.
A ciascuno la sua specie di legno: ma a volte, bisogna ammetterlo, è difficile scegliere tra le diverse essenze…
Quercia, olmo, abete o noce, castagno, teak…legno riciclato: ogni specie ha le sue particolarità e i suoi usi.
E’ arrivato il momento di darti una panoramica delle diverse specie legnose e come usarle. Pronti?

Rovere, Querqus

E’ il nome commerciale del legno di quercia. Questa specie a foglia, con legno chiaro, cresce rapidamente e domina le foreste di Italia, Francia ed Europa orientale. Di ottima qualità, questo legno resistente è particolarmente apprezzato dagli ebanisti, sia per la fabbricazione di mobili che per la realizzazione di pavimenti in parquet. Molto resistente, è senza dubbio una delle specie di legno molto ambite.
Associato a gambe incrociate in metallo, il piano in rovere assume improvvisamente un aspetto industriale. Ma se è il suo aspetto contemporaneo che ti piace, preferisci una base ultra geometrica e dritta.

Rovere invecchiato, Querqus

Come la quercia classica, la quercia invecchiata è particolarmente resistente e durevole. Chiaro o più scuro, è particolarmente gradito il suo aspetto vintage e patinato.
Questi mobili, spesso realizzati con vecchie travi di fienili abbandonati, hanno grandi storie da raccontare.
Per un look scandinavo dosato con precisione, combina il tuo vecchio piano in legno di quercia con una base bianca. Spirito nordico assicurato.

Noce, Juglans regia

Esistono una ventina di specie di legno di noce distribuite in tutto il mondo. Ma è la noce americana, senza dubbio la più bella, a catturare la nostra attenzione. Questo legno duro e marrone cioccolato, con molteplici nodosità, rivela un’essenza di legno molto decorativa e di alta gamma. Con il suo aspetto satinato, la grana fine e i suoi fili irregolari, colpisce nella creazione di mobili di lusso e può essere lucidato, cerato e verniciato.
Un must per un arredamento con accenti vintage o Art Deco, ma soprattutto lussuoso.

Castagno, Castanea sativa

Il castagno assomiglia molto alla quercia, eppure è molto diverso. Diffuso nelle foreste francesi, italiane e in tutta Europa il castagno dà un legno giallo chiaro, a grana media, particolarmente denso e resistente. Non molto nodoso, questa essenza ha un aspetto abbastanza liscio ed è in definitiva abbastanza raro da trovare sul mercato, perché molto poco segato.

Iroko, Milicia excelsa

Direttamente dall’Africa equatoriale, imparentato con la cultivar del teak, l’iroko è un legno dal colore che va da giallo-marrone a marrone scuro, con delicati riflessi dorati e venature più scure. Come legno esotico è caldo e pieno di stile. Abituata ai capricci del tempo equatoriale, questa specie di legno è un must per i mobili da esterno! Viene usato anche nella nautica laddove si preferisca qualcosa meno costoso del teak ma comunque resistente e pregiato.

Olmo, Ulmus

Questo è un legno duro che resiste bene all’umidità e anche all’acqua quando è immerso.
Con le sue venature irregolari, i suoi contrasti marroni e le sue nodosità, l’olmo è una specie legnosa assolutamente unica.

L’olmo è un affascinante albero facente parte delle latifoglie molto diffuso sulla nostra penisola e in tutta Europa. Sono alberi generalmente imponenti capaci di superare i 30 metri di altezza.
Oggi, l’olmo è un albero quasi dimenticato, la cui sopravvivenza è minacciata da una malattia provocata da un fungo.
Oggi si ricorre spesso all’uso di vecchie porte di olmo per poterle trasformare in tavoli.

Abete, Albies alba

Grazie alla sua crescita ultra rapida, l’abete è una specie diffusa e quindi assai accessibile. Di colore beige leggermente rosato, questo legno morbido, leggero e non molto nodoso cresce principalmente nel nord Europa, al punto da diventare lo standard dello stile scandinavo. Non così robusto come altre essenze, oggi è molto lavorato ed è diventato gradualmente un legno essenziale nella costruzione e nell’arredamento.
L’abete è il legno preferito dagli amanti del fai-da-te che spesso amano cambiare il loro arredamento. Può essere dipinto e ridipinto più volte con facilità.

Teak, Tectona grandis

Originario dell’Asia, il teak è un albero dal grosso fusto dritto e cilindrico che arriva ad una altezza di 30-40 metri e fusto di 1,5 metri di diametro.
Il suo legno è molto pregiato, ultra resistente, nobile e denso con notevoli caratteristiche tecniche ed estetiche. Questa essenza di legno esotica ha un caldo colore che va dal miele al marrone con venature talvolta nere. Le piscine e gli yacht ne hanno fatto la loro prima scelta, per non parlare dei rinomati mobili da giardino di gran pregio.
Un un tavolo in teak è una scelta particolarmente elegante sia per interni che per esterni.

Tavoli fissi in legno: quale stile scegliere

Per uno stile minimalista è necessario un tavolo in legno sobrio in stile industriale.
Per completare i tuoi interni in stile bohemien, opta per un tavolo in legno color champagne nello stesso stile.
Ami la natura? Ti consiglio di prendere un tavolo di legno naturale che rappresenta in modo straordinario l’estetica dell’albero. Oppure un tavolo con il piano in legno riciclato; avrai salvato un albero e donerai all’ambiente un effetto vintage.

Ti piace lo stile tradizionale? Cosa ne pensi di un tavolo nordico? Opteresti per uno stile retrò? In alcuni casi è difficile suggerire uno stile…ci sono in commercio tante proposte, adeguate ai gusti di ognuno e al proprio budget!

Tavoli fissi in legno: quale essenza scegliere per…?
Le nostre opinioni

Per un tavolo da pranzo…Il tavolo da cucina o il tavolo della sala da pranzo è al centro di numerose sollecitazioni, e per una buona ragione: tutta la famiglia si precipita lì mattina, mezzogiorno e sera. Se ti attirano i legni chiari, scegli rovere o castagno. Se al contrario, la preferenza cade su tavoli fissi in legno scuri, meglio preferire lo splendido legno di noce.
Se il tuo lato verde prende il sopravvento, opta per tavoli fissi in legno riciclato, creati con un vecchio pavimento o una vecchie porte.

Tavoli fissi in legno per un ristorante…o la taverna di casa…Se c’è un criterio fondamentale da tenere in considerazione quando si scelgono i tavoli che accolgano i propri clienti, o numerosi, rumorosi amici nella taverna di casa, quello è: tavoli fissi in legno robusto, pronti a sopportare macchie di grasso, schizzi o liquidi accidentalmente versati. Tavoli con uno stile unico ma soprattutto facili da pulire. Ottimi i tavoli in legno di quercia e quercia invecchiata.

Tavoli fissi in legno per l’ufficio…di casa…Il tuo ufficio merita sicuramente un tavolo bello e resistente come il legno di noce. Calda e raffinata, questa essenza abbellisce delicatamente il tuo spazio di lavoro.

Tavoli fissi in legno…per il giardino…Per il giardino o la terrazza, sono necessari tavoli in legno robusto, adattato ai capricci del tempo e potenzialmente facile da trattare. Consigliamo vivamente tavoli fissi in legno di teak per gli spazi esterni, ma anche di iroko, entrambi resistenti all’umidità, ai funghi e agli insetti.
I mobili del tuo giardino saranno resistenti, robusti e l’ambiente risulterà molto elegante.

Come decorare il nostro tavolo di legno

I vasi vanno particolarmente bene su un tavolo di legno.
I fiori apportano un aspetto romantico all’ambiente e sono sempre una buona idea per una decorazione di successo.
Le candele impreziosiscono il tuo tavolo di legno e sono l’ alleato per una cena romantica. In particolare, durante l’inverno, ispirano convivialità e coccole.

 

Vedi anche:

Come scegliere un tavolo in vetro?

Migliori tavoli consolle

Migliori scrittoi

159,50€
disponibile
1 nuovo da 159,50€
al 14 Ottobre 2020 7:18 PM
Migliori tavoli fissi in legno 1 Amazon.it
188,75€
disponibile
1 nuovo da 188,75€
al 14 Ottobre 2020 7:18 PM
Migliori tavoli fissi in legno 1 Amazon.it
Spedizione gratuita
550,00€
1.100,00
disponibile
1 nuovo da 550,00€
al 14 Ottobre 2020 7:18 PM
Migliori tavoli fissi in legno 1 Amazon.it
non disponibile
al 14 Ottobre 2020 7:18 PM
Migliori tavoli fissi in legno 1 Amazon.it
Precedente

Migliori tavoli fissi in vetro

Come scegliere un tavolo in vetro?

Successivo
ut commodo commodo Praesent eget mattis