La grappa più buona: come sceglierla e come gustarla

La grappa più buona: come sceglierla e come gustarla 1

La grappa è una bevanda alcolica ottenuta dalla distillazione delle vinacce, ovvero i residui della pigiatura dell’uva. È un prodotto tipico della tradizione italiana, ma si trova anche in altri paesi europei come Francia, Spagna e Germania. La grappa può avere diversi gradi alcolici, aromi e colori, a seconda delle varietà di uva utilizzate e dei metodi di produzione.

Ma come si fa a scegliere la grappa più buona? E come si deve degustare per apprezzarne al meglio le qualità? Ecco alcuni consigli per non sbagliare.

Ecco alcune offerte disponibili ora!

OFFERTA! - 5%In classifica
Poli, Grappa Cleopatra Oro (Moscato) Astucciata - 700 ml
Poli, Grappa Cleopatra Oro (Moscato) Astucciata - 700 ml
Aromi: Caramello, Agrumi; Bottiglia da: 700 ml; Bottiglia in Astuccio
37,00 EUR −5% 34,99 EUR Amazon Prime

Come scegliere la grappa più buona

Per scegliere la grappa più buona bisogna innanzitutto conoscere le diverse tipologie che esistono sul mercato. Le principali sono:

– Grappa giovane: è una grappa incolore e trasparente, che non ha subito alcun processo di invecchiamento. Ha un sapore intenso e secco, con note fruttate o floreali. Si abbina bene ai dolci e ai formaggi freschi.
– Grappa invecchiata: è una grappa che ha maturato in botti di legno per almeno 12 mesi. Ha un colore ambrato e un sapore più morbido e armonico, con note di vaniglia, caramello o spezie. Si abbina bene ai cioccolatini e ai formaggi stagionati.
– Grappa aromatizzata: è una grappa che ha aggiunto durante la distillazione o dopo delle sostanze aromatiche naturali, come erbe, frutti o spezie. Ha un colore variabile e un sapore più dolce e profumato. Si abbina bene ai liquori e ai dessert.

Per scegliere la grappa più buona bisogna anche prestare attenzione alla qualità delle materie prime, alla modalità di distillazione e alla provenienza geografica. In generale, si consiglia di preferire le grappe ottenute da vinacce fresche e selezionate, distillate in alambicchi discontinui a vapore e prodotte in zone riconosciute per la loro tradizione vitivinicola.

Come degustare la grappa più buona

Per degustare la grappa più buona bisogna seguire alcune regole semplici ma importanti. La prima riguarda il bicchiere: deve essere di vetro trasparente, a forma di tulipano o di calice, con il bordo stretto e il gambo lungo. Questo permette di concentrare gli aromi e di tenere il bicchiere senza scaldare il liquido.

La seconda riguarda la temperatura: la grappa va servita a temperatura ambiente, mai fredda o calda. Questo permette di esaltare il sapore e di evitare shock termici che alterano le proprietà organolettiche.

La terza riguarda il momento: la grappa va bevuta a piccoli sorsi, senza fretta e senza mescolarla con altri liquidi. Questo permette di apprezzare le sfumature e le sensazioni che offre al palato.

La quarta riguarda l’abbinamento: la grappa va scelta in base al cibo che si accompagna, tenendo conto del grado alcolico, dell’aroma e del colore. In generale, si consiglia di abbinare le grappe giovani ai piatti leggeri e delicati, le grappe invecchiate ai piatti ricchi e saporiti, le grappe aromatizzate ai piatti dolci e speziati.

Seguendo questi consigli potrete scegliere e degustare la grappa più buona, scoprendo un mondo di sapori e di emozioni.

La grappa più buona: come sceglierla e come gustarla 2

Ecco delle proposte per grappa più buona

Condividiamo con voi le nostre ultime scoperte e i nostri prodotti preferiti del momento: tra i modelli più venduti nel tempo, quelli “mitici” e le nuove tendenze.
La nostra guida, anche se vuole essere completa, non può coprire tutti gusti, gli stili e le fasce di prezzo dei modelli di grappa più buona. Tuttavia, abbiamo cercato di fornirvi il maggior numero possibile di tendenze che abbiamo osservato e scoperto negli ultimi mesi.

Se ci vediamo costretti a un acquisto con budget limitato, possiamo individuare subito la proposta più economica: vedi ora il prezzo per verificare il prezzo corrente del giorno basterà cliccare sopra.

 

La grappa più buona: come sceglierla e come gustarla 3

Grappa più buona: le mie recensioni di tre prodotti selezionati

La grappa è una bevanda alcolica tipica italiana, ottenuta dalla distillazione delle vinacce, cioè la parte solida che rimane dopo la pigiatura dell’uva per produrre il vino. La grappa ha origini antiche e contadine, ma negli ultimi anni ha conquistato il suo posto tra i distillati nobili, grazie alla qualità e alla varietà delle sue produzioni. In questo articolo voglio condividere con voi le mie recensioni di tre grappe che ho trovato su Amazon e che ho avuto il piacere di degustare.

▷ Grappa di lusso: Roner Grappa all’Asperula Distilleria Artigianale

Roner Grappa all'Asperula (1x 0,5l) - Grappa alle Erbe Distilleria Artigianale Alto Adige Südtirol più premiata d'Italia - 500 ml
  • Grappa all'asperula originale dall'Alto Adige da Roner; aromatizzata con piante fresce di asperula odorosa; distillata con metodo tradizionale a Termeno sulla Strada del Vino

⭐⭐⭐⭐⭐ Da gustare con prudenza, gusto forte ma piacevole

Questa grappa è prodotta dalla distilleria Roner, fondata nel 1946 in Alto Adige, una regione famosa per le sue grappe. La particolarità di questa grappa è che è aromatizzata con l’asperula, una pianta erbacea che cresce nelle Alpi e che ha un profumo delicato e floreale. La grappa all’asperula è invecchiata per 18 mesi in botti di rovere e ha un colore ambrato e una gradazione alcolica di 40%. Il sapore è morbido, dolce e persistente, con note di vaniglia, miele e fiori di montagna. Si tratta di una grappa di lusso, adatta a chi cerca un distillato raffinato e originale.

▷ Migliore grappa economica: Jacopo Poli Grappa Mirtillo 2 bottiglie

OFFERTA! - 7%

⭐⭐⭐⭐⭐ – Non e molto forte come la grappa pura e più dolce ed molto aromatica al mirtillo

Questa grappa è prodotta dalla distilleria Jacopo Poli, una delle più antiche e prestigiose d’Italia, situata nel Veneto. La grappa mirtillo è ottenuta dalla distillazione di vinacce fresche di uve rosse e bianche, a cui viene aggiunto il succo di mirtilli selvatici. La grappa mirtillo ha un colore rosso rubino e una gradazione alcolica di 35%. Il sapore è fruttato, fresco e leggermente acidulo, con note di frutti di bosco e spezie. Si tratta di una grappa economica, adatta a chi cerca un distillato semplice e piacevole.

▷ Grappe buone da regalare: Poli Merlot Secca 3040447 Grappa

⭐⭐⭐⭐⭐ – Una delle grappe più buone dice mio marito..
Confezione perfetta arrivata con astuccio.
La ricomprerò!

Questa grappa è prodotta dalla distilleria Poli, la stessa che produce la grappa mirtillo, ma si tratta di una grappa monovitigno, cioè ottenuta da un solo tipo di uva: il merlot. La grappa merlot è distillata in alambicchi discontinui a vapore e ha una gradazione alcolica di 40%. Il colore è trasparente e il sapore è secco, intenso e armonico, con note di frutta rossa, erbe aromatiche e pepe nero. Si tratta di una grappa buona da regalare, adatta a chi cerca un distillato elegante e caratteristico.

Precedente

Miglior smacchiatore per vestiti: come scegliere il prodotto più adatto

Differenze tra Echo Show 5 e Echo Show 8: quale scegliere?

Successivo